elena.jpg

Percorro la trama della scrittura artistica esplorando spazi intuiti, 

sondando prospettive originarie, dove i segni che incontro sono tesi verso un disegno di armonia. 

Osservo in me lo slancio creativo, funzione umana da nutrire,

strumento alchemico da perfezionare,

e sottilmente dedicato al riconoscere ciò “che so” e “chi sono”.

Nel corpo che danza vivo e scopro la mia verità, accompagnata da uno spirito di ricerca che accoglie messaggi.

Un susseguirsi di orizzonti, in cui alleno l’essere e il sentirmi parte, 

l’intesa di elementi apparentemente disgiunti. Cerco cura.

La fascinazione per il viaggio mi insegna ad avanzare fiduciosa che l’incontro, i segni e le coincidenze sono sempre pronti a rivelarsi.

Basta rallentare un po’.