Homing

homing

HOMING è una performance tesa a ricreare simbolicamente la nostra posizione nel mondo e la possibilità di un ritorno a casa. 
Un manipolo di identità metamorfiche, protagoniste della scena, rispecchiano il vivere sulla terra e la continua ricerca di un altro da sé a cui assomigliare, con chiare allusioni alle politiche di potere che, tra vari camuffamenti, macchinano per costruire un’identità unificata, creando modelli, immagini, personalità capaci di influenzarne altre, in un eterno proiettarsi fuori da sé.
HOMING è un appello che riconvoca l’essere umano ad un ritorno verso casa avendo come maestri gli uccelli e altre specie per le quali fare homing è il senso stesso, unico, dell’esistere al mondo. 
Vuole essere un incoraggiamento a tentare un passo, un volo aperto verso sé. Nessun’altra strada conduce a un po’ di pace. 

Di e con Elena Giachetti
Accompagnamenti di Cinzia Delorenzi
Testi Serena Corsi ed Elena Giachetti
Creazione Sonora Luca Grappi
Scenografia Ilaria Lusetti
Luci e video DiANE – Ilaria Scarpa e Luca Telleschi
Costumi MONOLOGO
In collaborazione con Cooperativa Teatrale Prometeo – Passo Nord (BZ), SD Factory Loboratorio Creativo (RE), Associazione Verastasi (VT), NEON aps (RE)